Visualizzazione Internet Visualizzazione InternetChiudi Chiudi

DATI GENERALI
Stato della NotiziaUFFICIALE
ProtocolloVI28539
Data creazione12/10/2018
TitoloHorizon 2020: a febbraio 2019 un bando del programma AAL, soluzioni ICT per l’Active and Assisted Living
Spedizione Notiziario Cartaceo
Annotazioni per segreteria
Seleziona il documento che ha generato la notizia
Redazione e Autori
DATI DI CREAZIONE
Documento creato da Daisy Molfese il 12/10/2018 alle ore 04:51:50 PM
Funzionario ResponsabileDaisy Molfese
Modificato da il 10/12/2018 alle ore 17
Redazione ResponsabileCN=Alberto Nardi/OU=AI/O=ASSINDVI/C=IT; CN=Renata Cavedon/OU=AI/O=ASSINDVI/C=IT; CN=Silvia Merlin/OU=AI/O=ASSINDVI/C=IT; CN=Admin/O=ASSINDVI/C=IT; CN=Susanna Checcatello/OU=AI/O=ASSINDVI/C=IT; CN=Daisy Molfese/OU=AI/O=ASSINDVI/C=IT
Show details for In BreveIn Breve
Hide details for In BreveIn Breve
Uscirà a inizio febbraio il bando “Sustainable Smart Solutions for Ageing well”, del programma Active & Assisted Living, co-finanziato da Horizon 2020. L'obiettivo del bando è sostenere progetti collaborativi innovativi, transnazionali e multidisciplinari che si focalizzino su soluzioni ICT per migliorare l’invecchiamento attivo e l’invecchiamento assistito. Il Programma AAL è co-finanziato dalla Commissione europea attraverso Horizon 2020 e 17 Paesi fino al 2020, con un budget approssimativo di 700 milioni di euro.
Show details for ApprofondimentiApprofondimenti
Hide details for ApprofondimentiApprofondimenti
L’AAL è un Programma di ricerca europeo le cui tematiche di ricerca sono le “Tecnologie innovative di assistenza agli anziani in ambiente domestico”. I settori coinvolti sono le telecomunicazioni, l’informatica, le nanotecnologie, i microsistemi, la robotica, i nuovi materiali.

La finalità del programma è lo sviluppo e l’utilizzo di nuove tecnologie per permettere ad anziani e disabili di vivere comodamente in casa, migliorando la loro autonomia, facilitando le attività quotidiane, garantendo buone condizioni di sicurezza, monitorando e assistendo le persone malate.

Gli ambiti AAL comprendono soluzioni per l'Active Living, nel lavoro e nella formazione, per la vitality & abilities, nello svago e nella cultura, per l'informazione e la comunicazione, nonché per l'Assisted Living, nell'ambito health & care, living & building, mobility & transport, safety & security.

Tra i criteri tenuti in considerazione per la selezione dei progetti, pesa in modo particolare il coinvolgimento delle PMI e del mondo industriale, la previsione di un tempo ragionevole per i trial e la commercializzazione del prodotto o servizio, il coinvolgimento di organizzazioni provenienti da almeno tre diversi Paesi.

Le proposte di progetti collaborativi devono dimostrare un chiaro approccio verso il mercato e un valore aggiunto per i diversi tipi di utenti finali. I desideri e le aspirazioni degli anziani insieme alle richieste degli stakeholders coinvolti svolgeranno un ruolo fondamentale nell'identificazione di soluzioni AAL utili e interessanti con un elevato potenziale di mercato.

Il bando 2019 sarà caratterizzato dal seguente approccio:
Si distinguono i "Collaborative projects", consorzi composti da almeno tre organizzazioni appartenenti a tre diversi Paesi tra i quali un'organizzazione di utenti finali ed un partner commerciale. Questo tipo di progetti ha finora avuto una durata tra i 18-36 mesi con un contributo massimo pari a 2.500.000 Euro.

Gli "Small Collaborative Projects", nella prossima call dovrebbero avere una durata di 9 mesi, procedure di presentazione e di reporting più snelle, un budget minore, il contributo massimo era infatti fissato a €300.000 euro.

Non tutti gli enti finanziatori finanzieranno Small Collaborative Projects. Si prevede che per l'Italia finanzino questa tipologia di progetti il Ministero della Salute e la regione Friuli Venezia Giulia, ma su questo aspetto seguiranno aggiornamenti.

Le informazioni definitive sul bando saranno pubblicate all'inizio di febbraio 2019 e la scadenza per la presentazione delle proposte progettuali è la fine di maggio 2019.

Per maggiori informazioni, si reinvia al sito del Programma e si invita a contattare il Desk 'EUVI - L'Europa Vicina' (Daisy Molfese - 0444 232500).
Show details for Collegamenti e AllegatiCollegamenti e Allegati
Hide details for Collegamenti e AllegatiCollegamenti e Allegati

Link


Hide details for Link alla GazzettaLink alla Gazzetta

DescrizioneLink


Allegati