Visualizzazione Internet Visualizzazione InternetChiudi Chiudi

DATI GENERALI
Stato della NotiziaUFFICIALE
ProtocolloVI28835
Data creazione02/08/2019
TitoloContributi alle imprese culturali, creative e dello spettacolo - Bando POR-FESR misura 3.1.1 C
Spedizione Notiziario Cartaceo
Annotazioni per segreteria
Seleziona il documento che ha generato la notizia
Redazione e Autori
DATI DI CREAZIONE
Documento creato da Silvia Merlin il 02/08/2019 alle ore 03:49:02 PM
Funzionario ResponsabileSilvia Merlin
Modificato da il 08/02/2019 alle ore 16
Redazione Responsabile
Show details for In BreveIn Breve
Hide details for In BreveIn Breve

E' stato pubblicato l'ultimo bando regionale per l'erogazione di contributi alle piccole e medie imprese culturali, creative e dello spettacolo.

Show details for ApprofondimentiApprofondimenti
Hide details for ApprofondimentiApprofondimenti

Beneficiari 

Piccole e medie imprese culturali, creative e dello spettacolo, appartenenti ai settori della classificazione ATECO elencati nell'allegato C al bando (vedi a fondo pagina). 


Escluse: le start-up innovative e le aziende che hanno giÓ beneficiato di contributi dell'azione 3.1.1. 



Interventi e spese ammissibili 


Sono ammissibili i progetti, sostenuti anche in leasing, volti a introdurre innovazioni tecnologiche di prodotto o di processo, ad ammodernare le attrezzature tecnologiche e gli impianti e ad accompagnare i processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale, anche attraverso lo sviluppo di business digitali, che prevedano spese quali:

a.        hardware comprensivo del software di base, strumentazione tecnica e attrezzature tecnologiche (a titolo esemplificativo: amplificazione, proiezione, illuminazione) e arredi nuovi di fabbrica;
b.        opere edili/murarie, ricadenti negli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, e di impiantistica (elettrici, antintrusione, idrico sanitari, riscaldamento e climatizzazione), con esclusione dell’impianto fotovoltaico. Sono ammesse anche le spese di progettazione, direzioni lavori e collaudo connesse alle opere edili. Le spese per opere edili/murarie e di impiantistica sono ammesse nel limite massimo del 50 % delle spese di cui alla lettera a). Le spese di progettazione, direzione lavori e collaudo sono ammesse entro il limite massimo di 5.000 euro;
c.        programmi informatici, fino a un massimo del 20% delle spese di cui alla lettera a) ed entro il limite massimo di 10.000 euro;
d.        consulenze specialistiche, entro il limite del 40% del totale delle voci a) b) c), e), relative a: 
1.        servizi a supporto di comunicazione (ufficio stampa, materiale promozionale, grafiche e traduzioni), logistica, marketing, contrattualistica, gestione interna ed esterna (utenti, fornitori, progettisti, rivenditori ecc.), gestione degli acquisti e dei rapporti con i fornitori da parte dell’impresa (e-procurement nella forma del Business to Business – B2B);
2.        servizi a supporto della creazione di programmi culturali volti all’audience development, alle iniziative di tutela e promozione del patrimonio culturale tangibile e intangibile, alla sensibilizzazione del pubblico sull’importanza dell’arte e della diversitÓ delle espressioni culturali;
3.        servizi di consulenza tecnologica, manageriale e strategica mirati a specifici progetti unitari di sviluppo aziendale che prevedono la figura del Temporary Manager.
e.        garanzie bancarie, assicurative rilasciate per l'eventuale anticipo del contributo.

Le spese devono essere sostenute entro 12 mesi dall'ammissione a sostegno, a partire dal 1░ ottobre 2018, se si opta per il regime de minimis, altrimenti in regime di esenzione, dopo la data di presentazione della domanda.  



Agevolazione 


L’agevolazione, nella forma di contributo a fondo perduto, Ŕ pari:


Non Ŕ prevista la cumulabilitÓ con altri aiuti pubblici. 


Presentazione della domanda 


La domanda pu˛ essere presentata a partire dalle ore 10.00 del 5 febbraio fino alle ore 17.00 del 2 aprile  2019, esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato (SIU) della Regione. 


Le domande verranno sottoposte alla valutazione di AVEPA e di una commissione tecnica di esperti, sulla base dei criteri dettagliati nel paragrafo 11 del bando e inserite in una graduatoria, definita sulla base dei punteggi previsti dal bando. A paritÓ di punteggio, sarÓ data prioritÓ all’ordine di arrivo.



Bando e Allegati
Show details for Collegamenti e AllegatiCollegamenti e Allegati
Hide details for Collegamenti e AllegatiCollegamenti e Allegati

Link


Hide details for Link alla GazzettaLink alla Gazzetta

DescrizioneLink


Allegati


Allegato_A_Bando.pdf - Allegato_A_Bando.pdf

Allegato_C_Ateco.pdf - Allegato_C_Ateco.pdf