Associazione Industriali della Provincia di Vicenza - Notizia internet n. VI27106 del 12/22/2017

Cerca nel nostro sito




Home > Notiziario

Notiziario

Cod. notizia:VI27106


12/22/2017

SISTRI: proroga della non applicabilità delle sanzioni connesse al non corretto utilizzo del Sistema

Nel Disegno di Legge “Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020”, il cui testo ha concluso l'iter di approvazione alla Camera e dovrà ora ripassare al Senato per l’approvazione definitiva, sono contenute delle disposizioni in materia di SISTRI (art. 1 comma 670-bis e 670-ter), tra le quali, la proroga al 31 dicembre 2018 della non applicabilità delle sanzioni connesse al non corretto utilizzo del Sistema.


Non è stata invece approvata la proposta di interrompere l'obbligo di versamento del contributo SISTRI per il 2018.

Approfondimenti

In base alla previsione normativa in corso di approvazione risulta pertanto quanto segue:
  • continuano a essere obbligati a iscriversi e a versare il relativo contributo le imprese produttrici di rifiuti pericolosi (sopra i dieci dipendenti) e le imprese che trasportano e gestiscono rifiuti pericolosi;
  • continueranno ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi gestionali tradizionali, e le relative sanzioni, previsti dalla disciplina in materia di rifiuti, quali: tenuta del registro di carico e scarico, formulario di trasporto rifiuti e MUD e non si applicano le sanzioni connesse al non corretto utilizzo del Sistema;
  • continuano ad applicarsi le sanzioni relative all'omessa iscrizione a SISTRI ed al mancato/versamento del relativo contributo annuale (adempimenti operativi dal 1° aprile 2015), benché ridotte del 50%.

La norma introduce anche un nuovo art. 194-bis, rubricato "Semplificazione del procedimento di tracciabilità dei rifiuti e per il recupero dei contributi dovuti per il SISTRI", nel quale si prevede che determinati adempimenti relativi alle modalità di compilazione e tenuta del registro di carico e scarico e del formulario di trasporto dei rifiuti possano essere effettuati in formato digitale.

La nuova norma chiarisce, infine, che al contributo SISTRI si applicano i termini di prescrizione ordinaria di cui all'art. 2946 del Codice Civile e delega il Ministro dell'ambiente, con proprio decreto di natura non regolamentare, di stabilire una o più procedure per il recupero dei contributi per il SISTRI dovuti e non corrisposti e delle richieste di rimborso o di conguaglio da parte di utenti del SISTRI.

L'iter di approvazione del provvedimento dovrebbe concludersi entro l'anno.






© Confindustria Vicenza - 2017



Altre notizie sull'argomento

Per maggiori informazioni rivolgersi:
Area Ambiente Sicurezza Legislazione Tecnica
Piazza Castello, 3 - 36100 Vicenza
tel. 0444 232500 - fax 0444 526155
email: ambientesicurezza@confindustria.vicenza.it