Associazione Industriali della Provincia di Vicenza - Notizia internet n. VI27272 del 01/30/2018

Cerca nel nostro sito




Home > Notiziario

Notiziario

Cod. notizia:VI27272


Data Scadenza: 02/19/2018

Bonus riqualificazione strutture ricettive: modalità e tempi di presentazione delle istanze al MIBACT per le spese sostenute nel 2017.

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha reso noto, con l'avviso del 17 gennaio 2018 disponibile sul suo sito web, procedure e tempi per il caricamento e l’invio delle istanze relative al credito d’imposta spettante alle aziende alberghiere, agli agriturismi e agli stabilimenti termali che abbiano sostenuto, durante il 2017, spese per la riqualificazione e la ristrutturazione degli edifici, nonché, con riferimento alle aziende termali, per la realizzazione di piscine termali e per l’esercizio delle relative attività.

Approfondimenti
  • Caratteri generali del beneficio fiscale

Il “Decreto cultura” del 2014 aveva riconosciuto(1) la possibilità per le imprese alberghiere, già esistenti al 1° gennaio 2012, di fruire di un credito d’imposta, fino a un massimo di euro 200.000,00, nella misura del 30% delle spese relative a interventi di ristrutturazione edilizia, di eliminazione delle barriere architettoniche e di incremento dell’efficienza energetica degli edifici, nonché per l’acquisto di mobili e componenti di arredo, sostenute dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016.

Le disposizioni attuative dell’agevolazione sono state adottate con il D.M. 7 maggio 2015, emanato dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo (MIBACT), di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con il Ministero dello Sviluppo Economico e con quello delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Successivamente, le Leggi di Bilancio 2017 e 2018 sono intervenute sulla disciplina del credito d’imposta, prorogandone l’operatività anche agli anni 2017 e 2018, potenziandone la misura al 65% e includendo nel novero dei beneficiari anche le strutture che svolgono attività agrituristica(2) e termale(3). Per queste ultime, oltre alle sopra menzionate spese(4), la Legge di Bilancio 2018 ammette come eleggibili al beneficio anche quelle sostenute per la realizzazione di piscine termali e per l’acquisizione di attrezzature ed apparecchiature strumentali allo svolgimento delle relative attività.

Un nuovo recente Decreto interministeriale (D.M. 20 dicembre 2017, riportato in allegato) ha declinato gli aspetti operativi per la fruizione del bonus, in parte già diramati in precedenza.

In estrema sintesi, la disciplina della procedura di accesso al beneficio prevede che, dal 1° gennaio al 28 febbraio dell’anno successivo a quello di sostenimento delle spese, le imprese interessate presentino, per via telematica, apposita istanza al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT), il quale, entro 60 giorni, comunica il riconoscimento ovvero il diniego dell’agevolazione, previa verifica dell’ammissibilità in ordine al rispetto dei requisiti soggettivi, oggettivi e formali, nonché dei limiti delle risorse disponibili. Le risorse sono assegnate secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

Il credito d’imposta, riconosciuto nel rispetto dei limiti di cui al regime “de minimis”(5) e della normativa antimafia(6), deve essere fruito in due quote annuali di pari importo a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello in cui gli interventi sono stati realizzati.

Il beneficio fiscale è utilizzabile esclusivamente in compensazione di imposte e contributi, tramite Modello F24 presentato obbligatoriamente via Entratel o Fisconline (5), con indicazione del codice tributo “6850” (6) nella colonna “importi a credito compensati” del Modello di pagamento.

Il bonus deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta per il quale è concesso.

  • Modalità e tempi di presentazione dell’istanza telematica per le spese 2017

Il MIBACT ha reso noto, con l’avviso del 17 gennaio 2018 (accessibile dal link riportato in calce), procedure e tempistiche per il caricamento e l’invio delle istanze relative al credito d’imposta, inteso nella sua nuova configurazione, con riferimento alle spese sostenute nel 2017.

In particolare, quanto alle modalità, viene confermata la necessità di presentazione telematica dell’istanza, attraverso il “Portale dei Procedimenti”, comprensiva(7):
  • del costo complessivo degli interventi effettuati e dell'ammontare totale delle spese agevolate;
  • dell'attestazione di effettività delle spese sostenute, come da documentazione rilasciata dal Presidente del Collegio sindacale, oppure da un revisore legale, da altro professionista abilitato o da un Responsabile di un CAF;
  • del credito d'imposta spettante;
  • degli estremi dei titoli abilitativi acquisiti, in ragione delle singole tipologie di interventi svolti;
  • della dichiarazione relativa agli altri aiuti "de minimis" eventualmente fruiti.
Si ricorda che per l’accesso al predetto portale è necessaria la previa registrazione da parte del legale rappresentante dell’impresa.

In merito ai tempi di compilazione e invio delle istanze, da considerare con la massima attenzione, si segnala:
  • compilazione: dalle ore 10:00 del 25 Gennaio alle ore 16:00 del 19 febbraio 2018;
  • click day: dalle ore 10:00 del 26 Febbraio alle ore 16:00 del 27 Febbraio 2018.


Note
(1) Art. 10 del D.L. n. 83/2014.
(2) Art. 1, commi da 4 a 7, Legge n. 232/2016.
(3) Art. 1, comma 17, Legge n. 205/2017.
(4) Puntualmente enucleate agli artt. 2 e 4 del D.M. 20 dicembre 2017.
(5) Di cui al Regolamento UE n. 1407/2013 del 18 dicembre 2013.
(6) D. lgs. n. 159/2011.
(5) Con le modalità stabilite dal Provvedimento 14 gennaio 2016.
(6) Risoluzione n. 5/E del 20 gennaio 2016.
(7) Art. 5, commi 2 e 3 del D.M. 20 dicembre 2017, nonché Allegato A allo stesso Decreto.

Avviso MIBAC del 17 gennaio 2018
Notizia VI22618 del 08/07/2015



D.M. 20 dicembre 2017D.M. 20 dicembre 2017.pdfD.M. 20 dicembre 2017.pdf


© Confindustria Vicenza - 2018



Altre notizie sull'argomento

Per maggiori informazioni rivolgersi:
Area Credito e Finanza
Piazza Castello, 3 - 36100 Vicenza
tel. 0444 232500 - fax 0444 526155
email: finanza@confindustria.vicenza.it