Associazione Industriali della Provincia di Vicenza - Notizia internet n. VI27442 del 03/01/2018

Cerca nel nostro sito




Home > Notiziario

Notiziario

Cod. notizia:VI27442


03/01/2018

Contribuzione a favore dell'Autorità Nazionale Anticorruzione per l'anno 2018

L’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) ha definito per l’anno corrente la misura della contribuzione obbligatoria per Imprese, stazioni appaltanti e Società Organismo di Attestazione (SOA).

Approfondimenti

Con delibera del 20 dicembre 2017, titolata “Attuazione dell’art. 1, commi 65 e 67, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, per l’anno 2018”, l’ANAC ha definito per l’anno corrente la contribuzione obbligatoria per Imprese, stazioni appaltanti e SOA, da versarsi per l'espletamento delle rispettive attività in relazione alle gare pubbliche, confermando gli importi previsti per l'anno 2017 nella precedente delibera n. 1377/2016 (si veda notizia VI25697 - 01/03/2017).

Il contributo è individuato in scaglioni contributivi (sei per le stazioni appaltanti e otto per le imprese) partendo da una base di esenzione che per gli enti pubblici coincide con gli affidamenti inferiori a 40.000 euro e per gli operatori economici con le gare di importo inferiore a 150.000 euro.

Nella tabella che segue l’entità della contribuzione.
Importo posto 
a base di gara

(in euro)
Quota per
Stazioni
appaltanti

(in euro)
Quota per ogni
partecipante

(in euro)
Inferiore a 40.000
Esente
Esente
Uguale o maggiore a 40.000 e inferiore a 150.000
30,00
Esente
Uguale o maggiore a 150.000 e inferiore a 300.000
225,00
20,00
Uguale o maggiore a 300.000 e inferiore a 500.000
35,00
Uguale o maggiore a 500.000 e inferiore a 800.000
375,00
70,00
Uguale o maggiore a 800.000 e inferiore a 1.000.000
80,00
Uguale o maggiore a 1.000.000 e inferiore a 5.000.000
600,00
140,00
Uguale o maggiore a 5.000.000 e inferiore a 20.000.000
800,00
200,00
Uguale o maggiore a 20.000.000
500,00

Gli operatori economici devono dimostrare l’avvenuto pagamento del contributo al momento della presentazione dell’offerta e l'ANAC, all'art. 3, comma 2, della delibera precisa che “la mancata dimostrazione dell’avvenuto versamento di tale somma è causa di esclusione dalla procedura di scelta del contraente ai sensi dell’art. 1, comma 67, della l. n. 266/2005”. Sul punto, peraltro, pare opportuno rilevare che la Corte di Giustizia dell’Unione Europea, con la sentenza 2.6.2016/C-27/15 (citata da ultimo dal T.A.R. Lazio, sez. III bis, 6 novembre 2017, n. 11031) ha affermato la generale possibilità di regolarizzare il mancato pagamento del contributo mediante fissazione di un termine, salvo i casi in cui il bando abbia indicato tale omissione come causa di esclusione dalla procedura di gara.

Le stazioni appaltanti possono procedere utilizzando il MAV emesso dall’ANAC ogni quadrimestre, per saldare le contribuzioni dovute nel rispettivo periodo.

Infine, per quanto concerne le SOA, queste devono versare all’ANAC un contributo nella misura del 2% dei ricavi risultanti dal bilancio approvato relativo all’ultimo esercizio finanziario, da saldare entro novanta giorni dall’approvazione del proprio bilancio.





DELIBERA 20 dicembre 2017 - Attuazione dell’art. 1, commi 65 e 67, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, per l’anno 2018. (Delibera n. 1300/2017 - GU Serie generale - n. 45 del 23-2-2018)Delibera ANAC.pdfDelibera ANAC.pdf


© Confindustria Vicenza - 2018



Altre notizie sull'argomento

Per maggiori informazioni rivolgersi:
Area Legale e Urbanistica
Piazza Castello 3 - 36100 Vicenza
tel. 0444 232500 - fax 0444 232695
email: legale@confindustria.vicenza.it